.
Annunci online

Q
Semplicemente... una faccia da Q


ultime notizie dal fronte 2


3 maggio 2006

Ultime notizie dal fronte 2 (la vendetta)

Alle ore 18.00 di venerdì scorso il bollettino di guerra era il seguente: La squadra d’incursori paracadutati
dietro le linee nemiche ha localizzato il quartiere generale di comando. Trattasi di un piccione morto rimasto
 sepolto sotto una tegola del tetto dei vicini.
Il defunto, ancora incerte le cause del decesso, resta per il momento senza nome, sprovvisto di regolari documenti
 si attende il responso del medico legale che nella giornata dovrebbe eseguire l’autopsia.
 Alcuni testimoni indicano nel piccione senza nome, un possibile rifugiato politico della casa vicina
dove da alcune settimane sono iniziati dei lavori di ristrutturazione, infatti, nell’ultimo periodo l’area è sovrappopolata da piccioni sconosciuti.
Alle ore 18.30 si è tenuta una riunione di gabinetto tra l’ex generale LiQuefatta e il comando dell’ufficio d’igiene
e la squadra d’incursori dei pompieri.
I contenuti della riunione sono per il momento sconosciuti, ma da notizie trapelate in modo fortuito
si pensa che si sia parlato di una strategia per eliminare con allontanamento definitivo la causa dei tanti
problemi che affliggono la comunità locale.
E’ stata indotta una riunione familiare per l’ora di cena. (stìcazzi non si poteva scegliere orario più
consono per parlare di vermi cadaveri e strategie di guerra ? )

Con aria cazzuta, all’ora di cena LiQuefatta, c’elenca le problematiche.
 
LiQ: siamo invasi dai vermi perché da quando sono iniziati i lavori di ristrutturazione della casa
dirimpettaia, i piccioni hanno colonizzato la nostra e quella dei vicini e cosa più tragica tra il confine
del nostro tetto e quello dei vicini c’è un cimitero dei piccioni!
Q: un cimitero di piccioni??
LiQ: si, mi ha spiegato quello dell’ufficio d’igiene che i piccioni vanno a morire nello stesso posto
 e questi stronzi hanno scelto casa nostra!!
Q: meno male che sono piccioni e non elefanti..
LiQ: dobbiamo risolvere la faccenda al più presto.
Q: come?
LiQ: oggi pomeriggio sono andata al consorzio e ho parlato con l’addetto della profilassi sailcazzo
e in ogni modo mi ha detto che per prima cosa bisogna bonificare l’area da cadaveri e cosa più importante
 dal guano depositato in zona poi bisogna intervenire con l’allontanamento dei malefici piccioni utilizzando
fili con corrente a basso voltaggio e schermature con pungiglioni da collocare sull’area interessata.
Inoltre ha consigliato di sparare..
Q: sparare??? Sparare cosa?
 LiQ: il tipo sostiene che se si spaventano difficilmente tornano, infatti, prima di rientrare a casa sono
 passata in quel negozio di caccia e pesca e ho acquistato questa.
Q: UNA PISTOLAAA!!??
LiQ: beh si emm..ma è finta. Insomma è una pistola a gas di quelle che si usano per fare le guerre finte..è un giocattolo,
 quello del negozio ha sostenuto che va benissimo non li ammazza, ma li spaventa e non tornano più. Che ne pensi?
Q: che i volatili ci stanno prendendo la mano un po’ troppo, no? Ma sei capace di sparare??
LiQ: scusa tu sei un ex paracadutista assaltatore che è stato anche in Libano..spari tu no?
Q: guarda che in Libano mi sono fatto solo dei gran cannoni, nel senso che me li sono fumati. Eppoi lo sai benissimo
 che odio le armi
LiQ: mica li devi ammazzare, li spaventi solo un po’..
Q: adesso mangiamo, domani che è sabato e facciamo il punto della situazione.

 Sabato mattina.

Sono svegliato da dei colpi. Nel letto sono solo. LiQuefatta, non c’è. Mi alzo e seguo la provenienza
dei colpi, ormai non ho dubbi. Vado in cucina e dalla finestra che, si affaccia sul terrazzo, osservo LiQuefatta
appostata in mutande e maglietta bianca con pistola in pugno in attesa di qualche piccione.
 Mi acquatto, per vedere che cacchio combina. Dopo cinque minuti, ho i crampi alle gambe per la posizione scomoda
e ho una voglia incredibile di caffè che vedo già pronto sul piano della cucina, finalmente arriva una coppia
di piccioni che si posano sulla grondaia a pochi metri da LiQuefatta che allunga il braccio con la pistola in
pugno e per prendere la mira appoggia tutta la testa sul bicipite assumendo una posizione ridicola e…spara una
raffica di almeno quattro colpi in sequenza. I piccioni, spaventati, si alzano in volo.
Io mi sto pisciando addosso dal ridere perché ho capito tutto. Tutta soddisfatta rientra in casa e mi becca a
ridere come un matto e mi fa;

LiQ: mi sa tanto che sta pistola non funziona granché.
Q: io ti amo sempre di più !!
LiQ:????
Q: sei l’unica persona al mondo che tenta di narcotizzare i piccioni a distanza..
LiQ?????
Q: hai messo i pallini?
LiQ: quali pallini…ci ho messo il gas ( e m’indica la bombola del gas)
Q: appunto
LiQ: lo stronzo là mica me gli ha dati i pallini!!




permalink | inviato da il 3/5/2006 alle 15:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (31) | Versione per la stampa
sfoglia           
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
storie assurde
Innocenza pericolosa
Greta
Politichese
Aperitivo
Cefalea
Piercing
Una giornata fantastica
Frutta & verdura
Shopping selvaggio
Appunto
Fanculo le buone maniere
ultime notizie dal fronte
ultime notizie dal fronte 2
Come nasce una bambina
Sogni & incubi
Veleggiando
Proposta antidemocratica

VAI A VEDERE

starta (gentilmente rubato a impedimenta)
se volete offendermi


CERCA