.
Annunci online

Q
Semplicemente... una faccia da Q


Greta


10 aprile 2006

Anch'io sono contento di te.

<<Greta vieni che ti lavo i denti!>> tutte le sere la stessa pantomima.
<<Nooo, prima Emma!>> Emma che ha 8 mesi è completamente sdentata
<< Emma non gli ha ancora i denti. Vieni qua!>>
<<Noooooo!! Prima Emma!>>
A questo punto devo inseguirla per tutta la casa.
<<Presa!>> ( e me la carico sulla spalla come un sacco)
<<No papà no! Cattivo!>> inizia a frignare che ogni lacrima pesa mezzo litro.

La porto in bagno e la metto seduta affianco al lavandino. Mentre prendo il suo spazzolino elettrico della Barbi, lei è già con la bocca aperta. Immancabilmente inizia una trattativa sul dentifricio da usare, quello no, quello brucia, quello fa schifo, si quello! Da notare che le preferenze sulla scelta del dentifricio, variano tutte le sere. Poi, lei non lo sa, i quattro dentifrici sono gli stessi. Cambia solo la grafica del tubetto. (hihihhi)

Dopo i denti;
<< adesso ci facciamo un bel bidè>>
<< noooo!>> eggiu’ di lacrime
<< cosa vuoi fare la doccia>> se c’è una cosa che odia è proprio la doccia
<< no la doccia no>>
<< dai Greta due minuti e abbiamo finito>>
<< noooo! Prima Emma>>
<< Greta mi hai stufato con questa storia >>
<< cosa fai, chiami il lupo?>>

il lupo è l’arma della nonna. Visto che io sono cresciuto con l’incubo dell’uomo “nero” (forse anche Calderoli) sono contrario nel terrorizzare le mie figlie con cazzate di questo tipo e preferisco di gran lunga, ma solo se lo meritano veramente, una sculacciata motivata.

A quel punto mi sono infilato in testa le mutande di Greta e ho iniziato a fare delle smorfie dicendogli;
“ arghh il lupo sono ioooooo!!” facendogli il solletico sui fianchi.
Rideva come una pazza e ad un certo punto ha afferrato il mio collo, mi ha tirato verso di se è mi ha detto: “Sono proprio contenta di te”.
Così è saltato il bidé.




permalink | inviato da il 10/4/2006 alle 19:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa


31 marzo 2006

L'universo femminile.


Non è possibile che a trenta mesi di vita una abbia già i suoi gusti nel vestire. E s’incazza se non trova quello che cerca.
 Ai maschi gli metti un sacco di patate e sono felici come una pasqua.




permalink | inviato da il 31/3/2006 alle 9:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


14 marzo 2006

Games

Bum..pimpiripette nuse pimpirepette pam, fuori, bum...pimpiripette nuse pimpiripette pam, fuori, bum
pimpiripette nuse pimpiripette pam, fuori, bum..pimpiripette nuse pimpiripette pam..fuori...

papà tocca a te  (come sempre)

in ordine sparso ho giocato:

nascondino
un due tre stella
rialzo ( o gradino)
l'elastico ( qui sono un campione ed ho anche i miei fans)
palla prigioniera


insomma una mattinata faticosa ma istruttiva.


grazie ragazze

PS. domani devo lavorare





permalink | inviato da il 14/3/2006 alle 15:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


7 marzo 2006

il senso dell'abbandono

Accompagnare “G” all’asilo è una tragedia. Per noi e soprattutto per lei che si sente abbandonata,
scaricata, strappata ai sui affetti e depositata in quel luogo che hai suoi occhi è una prigione forzata.
Sono solo quattro ore e poi torna a casa. Ma cosa sono quattro ore se il tempo per lei non ha alcun
valore. Una dilatazione di una vita dentro un’altra vita, è questo che gli leggo negli occhi. Mi
avvolge in un pianto disperato, ma sincero come solo i bambini possono esserlo. Diverso da quello
dei capricci o di quando si fa male. Un pianto soffocato con gli occhi dritti nei tuoi a chiederti perché?
Un pianto che nasce dal profondo del cuore sbattendoti in faccia tutta la sua innocenza.
 E si, è proprio dura portarla all’asilo. Mi tocca il cuore.

Perché scrivo questo? Perché spero che lo stesso pianto disperato, lo stesso sguardo, la stessa forza
d’animo, possa in qualche modo impietosire e trasformare un po’ più umane quelle bestie di
persone che tutti i giorni commettono dei soprusi sui minori.
 Piangete bambini, piangete.. piangete.. piangete…piangete…piangerò anch’io con voi
e piangeranno tutti gli adulti che hanno un minimo di buon senso , perché il pianto, cari bambini, è
l’unica arma che abbiamo per combattere contro chi non vuole farvi crescere o vuole farvi crescere
troppo in fretta.

 Adesso bambini facciamo un gioco, tappatevi le orecchie che devo dire qualcosa a lor signor birichini.

BASTARDI ! BASTARDI! BASTARDI! LIBERATE TUTTI I BAMBINI E CONSEGNATELI
ALLE LORE FAMIGLIE…..BASTARDI.. LIBERATE IL NOSTRO FUTURO !




permalink | inviato da il 7/3/2006 alle 11:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


3 marzo 2006

Una bella compagnia




Per questo fine settimana sono impegnato.




permalink | inviato da il 3/3/2006 alle 17:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


24 febbraio 2006

Come e dove finiremo

Oggi ho sentito “G” canticchiare il seguente motivo:

non ho l’età…..per amartii ..
non ho l’età per uscireeee…da solaaa....

Io e liquefatta siamo abbastanza preoccupati.




permalink | inviato da il 24/2/2006 alle 16:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


22 febbraio 2006

Vi presento G



Ballo in maschera




permalink | inviato da il 22/2/2006 alle 15:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
storie assurde
Innocenza pericolosa
Greta
Politichese
Aperitivo
Cefalea
Piercing
Una giornata fantastica
Frutta & verdura
Shopping selvaggio
Appunto
Fanculo le buone maniere
ultime notizie dal fronte
ultime notizie dal fronte 2
Come nasce una bambina
Sogni & incubi
Veleggiando
Proposta antidemocratica

VAI A VEDERE

starta (gentilmente rubato a impedimenta)
se volete offendermi


CERCA