.
Annunci online

Q
Semplicemente... una faccia da Q


Diario


15 dicembre 2006

respinto al mittente

Cari affezionati
mi sono rotto gli zibedei di non fare un mastro geppetto per 364 giorni l’anno e sbattermi come un forsennato a consegnarvi pacchi, pacchetti e pacconi per quel cappero di giorno che voi chiamate Natale. Quest’anno poi, avevo spedito una mia assistente ad annunciare la verità, ma la poveretta mi è tornata indietro con un occhio nero pesto e l’autostima sotto i piedi che mi è pure toccato fargli una cura intensiva di prozac. La poveretta, quando si è ripresa, mi ha solo detto, che: lei la supplente non la vuole più fare. Echeccazzo ho dovuto licenziarla!
Adesso, miei cari affezionati, vi domanderete: perché cazzo ci scrive questo qui?
Vengo subito al nocciolo della questione senza perdere ulteriore tempo che poi il tempo a me va troppo stretto e c’ho pure un sacco di km da fare e le renne euro 4 sono in rodaggio e non posso tirarle come vorrei e manco posso, come facevo con le vecchie renne, somministrargli la biada speciale all’anfetamina per non farle battere in testa. Purtroppo da quest’anno ci sono i controlli anti-doping del super visore. Aspettavo, per fottere il super visore, una nuova miscela dal dr. Agricola, ma mi ha detto che non è ancora pronta e che la ‘sta ancora sperimentando su alcuni volontari: Pavel Nevded, Sivio Berlusconi e Romano Prodi. Scrive il dr. Agricola che i risultati non lo soddisfano per niente e che ci vorrà ancora del tempo per la giusta miscela. Nella lettera che il dottore mi ha spedito m’informa, inoltre, dei risultati ottenuti sui volontari sottoposti alla cura. Qui di seguito uno stralcio della lettera: per i primi due, la miscela denominata “svegliatevi non ci sono più le quattro stagioni” ha dato effetti collaterali d’eccessivo nervosismo con azioni non controllate alquanto border-line. Il biondo è sempre nervoso, risponde male e pesta i piedi a tutti quelli che incontra, poi come se nulla fosse accaduto si dichiara estraneo a tutti i fatti che lo riguardano e accusa i moviolisti di eseguire dei videomontaggi per screditare la sua figura d’angelo preposto per il presepe. Stesso nervosismo ha colpito il secondo volontario, Silvio Berlusconi. Oltre pestare i piedi per delle schede che solo lui sa o che non trova, ha inscenato un presunto malore e, pensa caro Babbo Natale quanto è furbo questo qua, ha quasi fatto credere a tutti i media nazionali e non, che era lì per lì di lasciare la vita terrena e inoltrarsi lassù nell’alto dei cieli dove l’attende, dice lui, il suo assistente. La bella notizia è svanita qualche giorno dopo, quando ha iniziato a dire “ ci sarò, non ce la faccio, ce la faccio, forse sì, forse no, sì, sì, ce la faccio, vedremo, anzi no facciamo così: ci vediamo tutti a Roma per la manifestazione!” Eccosì un sacco di gente curiosa è andata in piazza a vedere se c’era. E lui, sul palco, ha gongolato come un ejaculatore precoce, ed ha aggiunto: “mi permetta, anche quest’anno nella culla mi ci metto io”. Per il terzo volontario, Romano Prodi, il discorso è diverso. Il doping da me somministrato ha dato effetti alquanto strani. La sostanza gli ha prodotto una forte sonnolenza cronica, colpendolo, fatto quasi incomprensibile, nell’uso della parola. Il soggetto, quando parla biascica come un vecchio ubriacone e non si capisce una ciccia di quello che dice e poi all’improvviso ti arrivano a casa delle cartelle esattoriali da pagare e nessuno sa per che cosa. Inoltre, deambula in modo strano e le mani assumono sempre posizioni astratte, quasi che hanno un loro pensiero proprio e in completo disaccordo con il planetario appoggiato sull’ossario ricoperto da simil collo. Ma la cosa che mi ha lasciato più perplesso, sono state le sue parole durante l’ultima visita di controllo. Mi ha detto: “ ‘soccier dottore, eh, ah, eh, dietro la culla quest’anno mi ci metto io eh ZZZzzzz” e si addormentato di colpo. Quindi, mio caro amico Babbo Natale, per quest’anno devi farti il giro o il tour, con le tue sole forze ma, una buona c’è, la FIAT, lo sai che qui comandano loro e non si muove un solo spillo senza il loro consenso, mi ha promesso, la FIAT dico, per l’anno nuovo dei nuovi volontari per sondare la sostanza e…stt..te lo dico sotto voce… pare ci sia tra loro un TEDESCO..sttt non so… E con quest’ultima notizia ti saluto affettuosamente, tuo farmacista di fiducia Agricola”

Porca troia di una renna cornuta, lo sapevo io che non mi dovevo fidare di quel farmacista della FIAT.

Eppoi, dico a voi miei cari affezionati, smettetela di scrivermi le vostre lagnose, legnose, stucchevoli, insignificanti letterine del cazzo con richieste assurde tipo: voglio un sacchetto con 5 kg di marijuana. Voglio il biglietto vincente della lotteria. Voglio una vacanza nel centro benessere ti faccio bella che manco tua madre ti riconosce più. Voglio 5 gnocche tutte per me e una folta chioma sul melone ( questa richiesta lo dico me l’ha fatta il mora76) Voglio avere un orgasmo dico UNO, chiedo troppo? (no, non posso dirvi chi è) Voglio delle tette nuove. Voglio una generazione a U. Voglio un fidanzato normadotato e un superdotato per la mia amica. Voglio uscire a cena con luxsuria. Voglio diventare amico di Mastella.Voglio qualche etto di cocaina colombiana se non c’è va bene pure quella Boliviana.(Lapo non avevi smesso?) Voglio uno scatolone di gianduiotti. Voglio uno stimolatore clitorideo a distanza. Voglio un trilocale a Parigi pieno di gnocche.(sempre il Mora) Voglio una borsetta di Gucci vintage. Voglio un clone di me stesso che va a lavorare al posto mio. Voglio che l’inter vinca la champion. (questo è Vetro) Voglio che i politici siano puri, anzi no purgati. Voglio che il presidente degli US venga colpito da un pappagallo (pieno) volato da qualche ospedale del terzo mondo e se ti avanza mettici pure una padella. Voglio trombarmi Naomi Cambell senza preservativo. Voglio sposare il Dr Hause. Voglio la pace nel mondo.(questo è proprio esagerato) Voglio che la legge sia uguale per tutti.(deve essere quello di prima) Voglio che Welby sia santificato ( giuro che ci ‘sto lavorando).

Eccheccazzo, tutti vogliono, voglio e manco un “per favore mi piacerebbe!”

E cosa dovrei chiedere io che vivo in Lapponia dove non c’è un cazzo di niente e di nessuno e mi tocca andare in giro con delle renne scoppiate e sotto la patta dei pantaloni ho una pelle di daino e, soprattutto, io a chi cazzo devo chiedere per avere una jeep di merda?!

Buon Natale a tutti Vostro stimatissimo e sopravalutato

Babbo a Natale.




permalink | inviato da il 15/12/2006 alle 14:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (36) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre        gennaio
 
 




blog letto 141990 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
storie assurde
Innocenza pericolosa
Greta
Politichese
Aperitivo
Cefalea
Piercing
Una giornata fantastica
Frutta & verdura
Shopping selvaggio
Appunto
Fanculo le buone maniere
ultime notizie dal fronte
ultime notizie dal fronte 2
Come nasce una bambina
Sogni & incubi
Veleggiando
Proposta antidemocratica

VAI A VEDERE

starta (gentilmente rubato a impedimenta)
se volete offendermi


CERCA